Cultura e spettacoli
stampa

Bambini e adulti si incontrano al "Ponchielli" grazie alla rassegna per i "piccoli"

Gli adulti vanno a teatro, di sera, dopo cena. Una stagione ricca e appassionante, quella della ‘Prosa’; ma non dimentichiamo i bambini, anche loro hanno diritto a vivere la magia del palcoscenico. Infatti esiste da numerosi anni ‘Oltreibanchi’, dedicato specificatamente agli alunni delle scuole, programmato in orario mattutino.

Parole chiave: Piccoli (3), Teatro Ponchielli (80)
Bambini e adulti si incontrano al "Ponchielli" grazie alla rassegna per i "piccoli"

Un quadro soddisfacente, ma in cui manca un importante tassello: il punto di incontro tra i due mondi. Bambini e adulti infatti non si incrociano, non si incontrano, non vivono la stessa esperienza.

Una lacuna colmata da anni da ‘Il Ponchielli per i piccoli’, un momento davvero ricco, non solo per la varietà del cartellone proposto. Ancora prima del buio in sala basta uno sguardo per comprendere il valore dell’ iniziativa: ci sono, naturalmente, moltissimi bambini, ma anche nonni, genitori, accompagnatori, tutti impegnati a salutare i compagni di classe, a chiacchierare con l’ amico, in un euforico momento di incontro e di festa. L’ apice si raggiunge proprio nel momento del buio in sala, l’ esatto istante in cui, dopo essersi visti e riconosciuti, si accetta tutti insieme di partecipare al rito collettivo del teatro.

Sul palco sfilano spettacoli raffinati, divertenti, godibilissimi anche da un pubblico adulto. ‘Hansel e Gretel’ dei fratelli Merendoni induce, durante il racconto della celebre fiaba, una riflessione sul ‘fare teatro’ proponendo al pubblico il punto di vista del retro della baracca di due scalcinati burattinai. Le invenzioni sceniche, rifiutando i supporti tecnologici per ricercare abilità artigianali di altri tempi, rendono magica la scenografia di ‘Un topo...due tori...tre topi’, sapiente supporto ad una narrazione appassionante e, a tratti, esilarante. Il pubblico non sempre è numeroso, a parte quando si gioca in casa come per il ‘Pinocchio’ tutto cremonese grazie alla presenza dell’ Ensamble Amilcare Ponchielli e dell’ Associazione culturale Varieazioni.

Ad aprile la grande chiusura con lo spettacolo forse più apprezzato della stagione grazie al ritorno del funambolico disegnatore Gek Tessaro, per l’ occasione accompagnato dallo spumeggiante Giorgio Scaramuzzino. 

Giorgio Coppiardi

Tutti i diritti riservati
Bambini e adulti si incontrano al "Ponchielli" grazie alla rassegna per i "piccoli"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti) disabilitato.

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.