Cinema

stampa

La 24 ore scatterà venerdì 19 maggio, alle 21:00, a Cremona, nella sede di Cremonapalloza (Via Gioconda, 3), quando verrà diffuso il tema comune a tutte le squadre. Ancora possibile iscriversi alla pagina desica24h.cremonapalloza.org. Giuria di grande prestigio con Dario Cantarelli (Presidente), Leandro Pedroni e Luca Bergamaschi (videomaker cremonesi che vivono e lavorano a Londra e Parigi)

Qualcuno mi farà notare che del film di Olmi su Martini si è già parlato in queste pagine (su La Vita Cattolica del 9 marzo, ndr) proprio la settimana scorsa, con un intervento di esperti della CEI. Inoltre, essendo uscito nei giorni scorsi nelle sale, probabilmente qualche lettore l'avrà anche già visto (e la cosa migliore è andarlo a vedere più che parlarne).

“Francesco”: un nome scelto per un pontificato che vuole partire “dal basso” ovvero dai poveri, dagli ultimi, dalla gente, dal popolo di Dio. Con questo nome Papa Bergoglio ha voluto iniziare la sua missione di successore di Pietro e oggi ci sta guidando in burrascosi mari su questa questa grande barca, la Chiesa, sulla quale tutti noi navighiamo.

“Jorge era un uomo preoccupato”. “Jorge ha sorriso per la prima volta quando lo abbiamo visto diventare Papa”. Da dichiarazioni come queste, rese da persone che conoscono bene Papa Bergoglio, è partito il regista Daniele Luchetti per ricostruire la storia del Pontefice venuto quasi dalla fine del mondo, prima del 13 marzo 2013: una storia che è al centro del film “Chiamatemi Francesco”, nei cinema italiani dal 3 dicembre.